UNA WEBCAM SUL PASSATO

Mercoledì, 6. Aprile 2016, 18:30

Pres. libro Michelle copertina.jpg

- -

Contatto : 02-72023205 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Una webcam sul passato

Presentazione del libro di Antonella Furrer, finalista del Premio Internazionale Mario Luzi 2015

Introduce la serata Michelle Kling Hannover

Le leggende raccontano sempre qualcosa di vero. Durante la visita al Castello di Styllhouse, Sarah prova delle strane sensazioni, quelle che comunemente si definiscono déjà-vu: a lei sembra di conoscerli molto bene quei luoghi. Non solo, nella sua mente prendono vita dei ricordi di cui lei non sa spiegarsi l’origine. Un giorno, durante una visita turistica, cade in una antica segreta: la donna viene ricoverata all’ospedale e il marito Paul le sta vicino durante la sua degenza. Da questo momento in poi nell’intreccio narrativo il passato e il presente si alternano e con una serie di colpi di scena l’Autore, con una scrittura brillante, catapulta il lettore in un turbine di emozioni e sensazioni, sempre con il fiato sospeso, rapito dagli eventi che si susseguono: l’antica leggenda di Blackstone, la storia di Lady Helledd sepolta viva, la figura misteriosa dell’antiquario Richard, stemmi di nobili casati, quadri antichi con ritratti familiari... Alla fine ci resta la certezza che l’amore supera i confini del tempo e la speranza che le donne vittime di abusi possano un giorno riscattarsi da tutto il male subìto.

Ingresso libero

Pres. libro MichelleAntonella Furrer e Michelle Kling Hannover

Antonella Furrer è nata nel 1960 a Premosello e discende da una famiglia originaria della Svizzera tedesca. Risiede a Omegna. Dopo aver conseguito il diploma di ragioneria ha esercitato per oltre trent'anni la professione di contabile. “Una webcam sul passato” è la sua prima esperienza letteraria. 

E' un romanzo che va oltre la storia del romanzo stesso offrendo una serie di spunti di riflessione su tematiche che appartengono al presente e che valicano e attraversano le epoche.

Una webcam sul passato è la storia di un femminicidio avvenuto nel Galles del sedicesimo secolo, che trova riscatto ai giorni nostri grazie ad un fenomeno di reincarnazione.
“Le leggende – spiega l'ediore Albatros che ha pubblicato e lanciato il libro di Antonella Furrer - raccontano sempre qualcosa di vero. Durante la visita al Castello di Styllhouse, Sarah prova delle strane sensazioni, quelle che comunemente si definiscono déjà-vu: a lei sembra di conoscerli molto bene quei luoghi. Non solo, nella sua mente prendono vita dei ricordi di cui lei non sa spiegarsi l'origine. Un giorno, durante una visita turistica, cade in una antica segreta: la donna viene ricoverata all'ospedale e il marito Paul le sta vicino durante la sua degenza. Da questo momento in poi nell'intreccio narrativo il passato e il presente si alternano e con una serie di colpi di scena l'autrice catapulta il lettore in un turbine di eventi che si susseguono: l'antica leggenda di Blackstone, la storia di Lady Helledd sepolta viva, la figura misteriosa dell'antiquario Richard, stemmi di nobili casati, quadri antichi con ritratti familiari...
Il resto è tutto da scoprire pagina dopo pagina, ma quel che è certo è che alla fine resta la certezza che l'amore supera i confini del tempo e la speranza che le donne vittime di abusi possano un giorno riscattarsi da tutto il male subito.

La scrittrice omegnese prosegue il tour di presentazione del libro che pochi mesi fa ha conquistato il titolo di finalista del Premio Internazionale Mario Luzi.
Sentendo raccontare dalla stessa voce di Antonella Furrer come, quando e perché è nata l'idea di questo romanzo, appare assolutamente evidente il suo coinvolgimento e la sua emozione nell'affermare attraverso questa storia tra passato e presente, che benché la vita possa riservare momenti bui e complicati se non addirittura drammatici, una possibilità di riscatto c' è. C'è sempre!

Michelle M. Kling Hannover, laureata in lettere ed economia, imprenditrice, da anni lavora nella comunicazione come giornalista, blogger, curatrice di mostre, organizzazione di eventi, conferenze. Possiede una cultura in naturopatia e pratica yoga e tai-chi tutti i giorni.

Luogo 

I Sentieri del Vento
via Santa Marta 19
Milano
Lombardia
20123
Italia
02 7202 3205
http://www.isentieridelvento.com


Sala esposizioni e conferenze

Salone per lavori di gruppo

Salette per trattamenti individuali

 

   
 

Altre informazioni: Sarà disponibile il libro per l'acquisto e la firma da parte dell'autore

  Visite : 507