Blog - I SENTIERI DEL VENTO

Esci
Vai ai contenuti

YONI EGG

I SENTIERI DEL VENTO
Pubblicato da Ranjani Cristina Sole in Litoterapia Bioenergetica · 3 Aprile 2021

YONI è un termine sanscrito con molteplici significati: genitali femminili, grembo, natura femminile, sorgente, origine, porta dell’universo, soglia, luogo di riposo, casa … ed è sufficiente pensare a un parto e al ventre materno, che subito comprendiamo tutti questi significati.

In India, Yoni è anche uno dei simboli della Dea infatti nei templi antichi a Lei dedicati, l’altare è proprio una grande Yoni.

La Yoni rappresenta la capacità di ricevere e racchiude il potere i creare.

L’utilizzo della Yoni Egg – l’uovo di giada - deriva da un’antica pratica taoista finalizzata ad aumentare e migliorare l’energia vitale, rimasta a lungo segreta in Cina e tramandata tra le nobili donne nei palazzi imperiali.

Perché usare una Yoni Egg: quali sono i benefici

⦁ Favorisce il corretto funzionamento della muscolatura
di tutto il pavimento pelvico: migliora il tono muscolare e permette di rilasciare le tensioni involontarie.
⦁ Aiuta a mantenere evacuazione. l’equilibrio viscerale/intestinale attraverso la regolare
⦁ Aiuta a riportare in equilibrio i cicli ormonali, a ridurre i casi di dismenorrea e i dolori legati al ciclo mestruale, contrasta la secchezza vaginale aumentando la lubrificazione e migliorando la circolazione di tutto l’apparato genitale, riduce le problematiche legate alla menopausa.
⦁ Permette di avere maggiore e migliore sensibilità della parete vaginale, incrementa la libido e migliora l’esperienza del rapporto sessuale.
⦁ Aumenta l’energia creativa.
⦁ E’ un mezzo di connessione profonda e di ascolto del corpo e della propria Yoni (ventre, cervice uterina, vagina, vulva), aiuta a entrarne in confidenza, migliorando la consapevolezza di un luogo sacro, sul quale spesso sono presenti, anche in modo inconsapevole, tabù e false credenze.
⦁ Permette di riconoscere i propri bisogni, i desideri, stare bene nel proprio corpo, rispettarsi, farsi rispettare e amarsi.
⦁ Aiuta il riequilibrio energetico, rimette in moto le energie, rimuove blocchi energetici e traumi che nella donna possono ristagnare nelle acque del grembo.
⦁ Porta armonia a livello emozionale, può accompagnare un spirituale e sottile su sé stesse.
⦁ Facilita il contatto con il proprio piano astrale e onirico.
percorso di lavoro

Per ogni donna agisce in modo diverso, anche in base a quelle che sono le sue esperienze ed esigenze.

Yoni Egg e Litoterapia Bionergetica interna

La Yoni Egg agisce energeticamente a livello del primo e del secondo chakra e quindi indirettamente su tutto il nostro campo.

Il primo chakra è la porta della vita, la sorgente dell’energia vitale, che genera e materializza il progetto di vita, il luogo dove accetti il corpo, l’incarnazione e la sicurezza materiale: i soldi, la casa, l’abbondanza.

Il chakra sacrale, il secondo, è il luogo della danza dell’energia creatrice e del potenziale creativo, connesso con gli organi sessuali e riproduttivi, è il luogo del piacere, del sentire, delle sensazioni fisiche, che ci rimette in connessione con il nostro territorio intimo e il potere femminile.

Inoltre a seconda della pietra che sceglierai avrai una risonanza con il chakra sul quale la pietra lavora.

Qual è la pietra giusta per te?

Puoi far scegliere la tua Yoni oppure puoi farti aiutare da noi con un test di Litoterapia Bioenergetica, anche a distanza.

Informazioni pratiche

Dimensioni:

⦁ Piccola misure indicative 3,5 x 2,5 cm
⦁ Media misure indicative 4/4,5 x 3 cm
⦁ Grande misure indicative 5 x 4 cm

Nella maggior parte dei casi si consiglia di iniziare con la media, ma se hai partorito e non sei abituata a lavorare con la tua pelvi può essere utile la grande, mentre la piccola di norma richiede un po’ di esperienza, tuttavia resta in ascolto e senti quale è meglio per te.

Prima di cominciare

Pulizia fisica della tua Ovetta: mettila in una ciotola e versa di lato dell’acqua calda che avrai fatto bollire e lasciato riposare, nella quale puoi aggiungere una goccia di olio essenziale di tea tree o di lavanda, in alternativa puoi usare un detergente delicato, risciacqua bene affinché non rimangano residui che potrebbero darti fastidio una volta inserita.

Pulizia energetica: sia la prima volta sia tutte le volte che ne senti il bisogno fai una pulizia energetica perché tutte le pietre possono trattenere informazioni che alterano le loro vibrazioni originali. Il tuo intento e la tua presenza in ciò che fai sono fondamentali e come strumento puoi usare:

⦁ una campana tibetana: la appoggi all’interno e suoni;
⦁ l’acqua corrente, meglio se pura;
⦁ la fumigazione con salvia bianca, palo santo o incenso.



Non utilizzarla in questi casi:

⦁ Durante la gravidanza.
⦁ Dopo la gravidanza, prima che si sia chiusa la cervice uterina.
⦁ Se ci sono irritazioni, infiammazioni vaginali.
⦁ In caso di grave prolasso o patologie gravi connesse a perineo e pavimento pelvico.
⦁ Se utilizzi la spirale o l’anello come anticoncezionali non c’è controindicazione ma considera che potrebbero spostarsi.

Altre Indicazioni

⦁ Non c’è un limite di età, la può utilizzare qualsiasi donna.
⦁ Durante il ciclo mestruale non c’è controindicazione, anche se è molto probabile che venga espulsa.
⦁ E’ possibile tenerla durante i rapporti sessuali e potrebbe ampliare il piacere.
⦁ Se fai fatica ad inserirla, di solito è per rigidità muscolare e chiusura: puoi utilizzare dell’olio vegetale come lubrificante.
⦁ Quando la usi può restare dentro anche diversi giorni di fila, senza alcun problema e senza limitarti nelle tue normali funzionalità fisiologiche e di evacuazione.

L’uso dell’Ovetta può diventare un tuo rituale intimo e sacro di contatto con la tua natura profonda. Se ne hai l’occasione fai questo Percorso di scoperta con un Cerchio di Donne e, almeno per l’inizio, può essere utile farti accompagnare perché è uno strumento semplice che si può utilizzare anche in modo giocoso ma allo stesso tempo potrebbe far emergere tematiche importanti e profonde per te, la tua linea del grembo e la tua energia femminile.



Se vuoi maggiori informazioni o vuoi essere accompagnata in un percorso puoi contattare Ranjani Cristina Sole:













Torna ai contenuti